Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Allerta meteo declassata a gialla, da domani nuovo peggioramento

L’allerta meteo per la provincia di Alessandria scende al livello giallo, il gradino più basso di pericolo, ma le prossime 36 ore saranno ancora a rischio per pioggia e vento.Vigili del fuoco e protezione civile ancora al lavoro per ripristinare alcuni collegamenti. Circa 3 mila utenze ancora senza elettricità [AGGIORNAMENTO]
CRONACA - 13.00 L'allerta meteo declassata a gialla, ma da domani nuovo peggioramento

L’allerta meteo per la provincia di Alessandria scende al livello giallo, il gradino più basso di pericolo, ma le prossime 36 ore saranno ancora a rischio per pioggia e vento. L’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, ha diramato il bollettino di allerta meteorologica che per tutta la provincia prevede un’allerta gialla: nel basso alessandrino in particolare a destare preoccupazione sono vento e temporali, nonché frane che potrebbero innescarsi nelle prossime ore, a causa del terreno saturo d’acqua.

«Per le prossime ore sono attese condizioni di tempo più asciutto – scrive l'Arpa – Ma la tregua sarà solo temporanea perché già dalle prime ore della giornata di domani una nuova perturbazione atlantica si farà strada verso la nostra penisola, convogliando aria umida da sud. Atteso, quindi, un nuovo peggioramento del tempo sul Piemonte, con nuove precipitazioni a partire dalle zone montane e pedemontane occidentali e meridionali, diffuse già a metà giornata, su valori moderati o localmente forti sul settore appenninico occidentale ed a ridosso delle vallate alpine nordoccidentali e sull'alto Piemonte, in ulteriore e marcata intensificazione su questi settori dalla tarda serata di domani e nella notte tra mercoledì e giovedì».

Per oggi, martedì 30 ottobre, le previsioni dell’Arpa parlano di ripresa dei fenomeni piovosi nella notte, a partire dal settore sudoccidentale (cioè dal cuneese). Sull’Appennino previste raffiche di vento molto forti, con attenuazione in serata.

Domani, mercoledì 31 ottobre, previste piogge deboli e diffuse su tutta la regione; dalla mattinata intensificazione dei fenomeni con picchi localmente forti o molto forti sui rilievi appenninici. Venti forti in montagna, moderati altrove con rinforzi sulle pianure del Piemonte orientale.

Giovedì 1° novembre, infine, precipitazioni moderate diffuse fino alle ore centrali della giornata, con picchi localmente forti su zone montane e pedemontane, in esaurimento in serata. Venti forti in quota, deboli o moderati in pianura con rinforzi sulle pianure orientali, in attenuazione nel pomeriggio.

10,30 Situazione in lento miglioramento ma ancora tanti disagi

Stanno lentamente migliorando le condizioni metereologiche su tutta la Provincia ma glioperatori di Vigili del Fuoco, protezione civile e forze dell'ordine sono al lavoro da lunedì notte per ripristinare strade e vie sulle quali si sono abbattuti alberi, a causa del forte vento.
Diverse abitazioni, nelle valli, sono ancora senza energia elettrica, per i cavi tranciati da rami e alberi caduti. 

La Protezione Civile invita alla massima attenzione negli spostamenti in auto. 
Segnalati problemi lungo la SP 64 tra San Salvatore a Valenza, lungo la Sp 155 tra Silvano d’Orba e Ovada e lungo la strada comunale per Lercaro nel Comune di Ovada.
Senza corrente abitazioni a Tassarolo, Gavi, Novi Ligure, Valenza, Montaldo Bormida, Pecetto di Valenza.

Il comune di MongiardinoLigure, con ordinanza del sindaco, comunica la parziale chiusura della strada comunale Gordeana - Casalbusone

Il comune di Belforte Monferrato comunica la chiusura totale del traffico veicolare sulla Strada Belforte - San Criste

A Castellazzo Bormida i volontari stanno procedendo alla rimozione dell'acqua dal sottopasso ferroviario.

A Pareto chiusura temporanea tratto di strada comunale Martini - Bricco causa caduta alberi sui fili telefonici che invadono il manto stradale.

A MontadoBormida centro abitato parzialmente senza energia elettrica compresa casa di riposo



Dopo la pioggia, sono state le forte raffiche di vento a creare problemi e disagi sulle strade della provincia di Alessandria, dalla serata di lunedì. E' stata intanto prorogata fino alle 13 di oggi, martedì, l'emergenza meteo sul quadrante meridionale del Piemonte e, in particolare proprio in provincia, a causa delle conseguenze dell'ondata di maltempo che, dalla Liguria, ha raggiunto nella giornata di ieri, la provincia di Alessandria. Intanto, da questa mattina, tutti gli studenti sono tornati sui banchi di scuola, dal capoluogo, Alessandria, a Rocchetta Ligure, chiuse nella giornata di lunedì a scopo precauzionale.
Se, a destare preoccupazione nella prima parte della giornata, erano state le piogge, in serata a fare registrare danni è stato soprattutto il vento che ha causato cadute di alberi e rami, ma anche pali delle linee elettriche. Diverse località sono rimaste, nella serata di ieri, senza energia elettrica. Disagi a Brignano Frascata, Gavi, Bosio, Tassarolo, Trisobbio, Cassinelle.
Disagi nella circolazione si erano registrati a Litta Parodi, a causa del rio Lovassina; tra Castelceriolo e San Giuliano dove si sono verificati locali allagamenti; a Villa del Foro, sulla Provinciale 246.

A Parodi, in Val Lemme, la pioggia ha provocato il crollo del tetto di una casa, in via Mazzini. Non ci sono stati feriti poiché l'abitazione, una palazzina a due piani, era disabitata da tempo. La strada è stata tuttavia chiusa per consentire lo sgombero dei detriti.

Diversi disagi si sono registrati nell'ovadese, dove è stata chiusa per qualche ora la Provinciale 185 per Alessandria nel territorio di Predosa per allagamento e mezzo pesante in traversato. Problemi anche sulla ex 456 del Turchino tra Ovada e Rossiglione e tra Campo Ligure e Rossiglione per la caduta di un masso sulla carreggiata, a seguito di una frana.
A Garbagna una frana ha interessato la Provinciale 120, creando disagi alla circolazione. In serata la pioggia, caduta copiosa, ha lasciato il posto a forte raffiche di vento che hanno portato alla caduta di alberi e cartelli stradali.
Poi, ancora, problemi ad Alessandria, in via Pavia, per la caduta di un albero in serata.

Apprensione in alta Val Borbera per il guado sul torrente Albirola. Il sindaco di Albera, Renato Lovotti, ha deciso di tenere il passaggio aperto, chiudendolo solo due ore, dalle 15,30 alle 17,30 circa. L'alternativa, per gli abitanti di Cabella e Carrega, è il passaggio dal valico di San Fermo, percorso lungo e tortuoso. Il monitoraggio è proseguito per tutta la nottata.

Oggi, martedì, la conta dei danni.
Intanto l'attenzione si sposta oggi sui principali corsi d'acqua per le ondate di piena. Fino alla serata di lunedì i livelli di Tanaro, Bormida e Orba erano al di sotto della soglia d'allarme ma l'attenzione resta alta.  Raggiunti i livelli di guardia sull'Orba e sulla Bormida. 

29/10/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi