Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia

Quasi fatta per la fusione delle Camere di Alessandria e Asti, 'matrimonio' a settembre

Sarà l'attuale Segretario Generale di Asti a prendere le redini della Camera accorpata, in un momento in cui l'economia territoriale sorride per l'export del gioiello, ma piange per l'occupazione ancora in calo
 ALESSANDRIA - Sarà Roberta Panzeri il nuovo Segretario Generale delle Camere di Commercio riunite di Alessandria ed Asti, il cui accorpamento si finalizzerà a settembre (massimo ottobre), dopo l'iter di 'fusione' e con la nomina ad agosto del Consiglio Camerale.

51 anni, alessandrina, dal 2012 ricopre lo stesso ruolo all'Ente Camerale di Asti. Laureata in economia e commercio è iscritta all'Ordine dei commercialisti ed esperti contabili di Alessandria e al Registro dei revisori contabili tenuto dal ministero della Giustizia.
Un'alessandrina astigiana, dunque. Roberto Livraghi, attuale omologo di Palazzo Asperia andrà in pensione a fine maggio, mantenendo comunque incarichi nella gestione di Palazzo del Monferrato dove sorge il Museo della Bicicletta di cui Livraghi ne è stato uno dei  promotori.

Alla 16ma Giornata dell'Economia, l'ultima a Camere separate, c'era aria di addii, ma anche di speranze per aver lasciato una 'macchina' solida e per aver mantenuto una situazione economica alessandrina che, tra alti e bassi, dà segni incoraggianti. Da settembre non si dovrà pensare solo al comparto del gioiello e quello metalmeccanico, ma anche quello astigiano del vino (la Camera di Commercio di Asti organizza la Douja d'Or, uno degli eventi nazionali per cui Asti è famosa in tutto il Mondo).

I dati. L'indice della produzione industriale del primo trimestre 2018 colloca la provincia di Alessandria al primo posto in Piemonte, con +7%, dopo un quarto trimestre 2017 inferiore alla media piemontese, ma comunque a +2,4%.

Se in Italia l'occupazione sale di poco, da noi scende di circa 2 mila unità: -1,2 (171 mila contro i 173 mila del 2016). la percentuale dei disoccupati è alta, più che in Piemonte e in Italia: 11,5%.

Qualche dato positivo, ma non troppo: la CIG (Cassa Integrazione Guadagni) scende del -38% , come pure i protesti -9% e i fallimenti -27%,. In senso assoluto una buona notizia, ma potrebbe anche essere lo specchio di degli scarsi dati occupazionali e di un assestamento dopo tanta crisi. La somma algebrica delle imprese è negativa: -402 tra quelle aperte e quelle chiuse.

Ma tant'è, cresce anche il deposito di liquidità delle aziende, al 3,6%, i prestiti diminuiscono dell'1,8%. 'unica società che regge è quella di capitali, +3%. Le imprese di persona o individuali scendono tra l'1 e il 2%. Agricoltura e Turismo i settori in cui le imprese calano di più, nonostante le presenze di villeggianti sia in aumento, specie nelle zone rurali. Una impresa su 4 è artigiana, ma anche questo settore è in decrescita: -2,14% da un anno all'altro. E il 23% è al femminile, con un alto tasso di imprenditoria giovane, concentrate soprattutto nell'agricoltura e nel commercio.

Se non ci fosse il comparto orafo che esporta e va bene, la provincia d Alessandria potrebbe avere ben altri numeri. Il 50% del PIL provinciale (che è 11 miliardi) è dovuto all'export soprattutto in Svizzera, Francia e Germania. La gioielleria e le pietre preziose balzano in su del 34% per le vendite fuori confine. D'altronde la nostra provincia esporta il 97% dei beni prodotti, che siano gioielli, di chimica di base o di siderurgia.
24/05/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
Uno sguardo al futuro: undici artisti indagano sul nostro domani
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno