Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Valenza

Progetto Gold: idee per dare nuova visibilità al settore orafo

La Confederazione Nazionale dell'Artigianato con la propria sezione di Valenza e il comparto Orafi lavora a una strategia per sostenere la filiera delle micro e piccole aziende artigiane del distretto valenzano, ridotte di un terzo negli ultimi anni per crisi e propensione al lavoro conto terzi. Il 16 aprile in programma per affrontare il tema
VALENZA - Dare visibilità alle grandi capaità manifatturiere e di adattamento al mercato delle aziende orafe valenzane, creando nuove opportunità e definendo una piattaforma comune sulla quale confrontarsi con il Ministero dello Sviluppo economico: questo è il primo obiettivo del lavoro svolto da Cna Valenza sul distretto orafo, attraverso un progetto che si declina su base nazionale e coinvolgerà più distretti del settore. 

A presentare il convegno in programma lunedì 16 aprile dalle ore 18 presso il Centro Comunale di Cultura a Valenza sono stati Paolo Ventura, responsabile Cna del territorio e Giacomo Maranzana, direttore del consorzio servizi della Cna di Valenza. 

"L'appuntamento del 16 aprile - hanno spiegato durante la conferenza stampa - ha rilievo non solamente locale ma nazionale, e si inserisce in un percorso itinerante di sostegno al settore orafo, che comprenderà tappe anche in diverse città, fra le quali Arezzo e Caserta". 

"La nostra attenzione si rivolge in particolare a quelle piccole aziende che non riescono da sole ad affrontare le mareggiate del mercato, ma si tratta di un impegno importante e doveroso perché Valenza rappresenta un distretto fondamentale per l'economia dell'area e  un fiore all'occhiello dell'artigianato italiano". 

Con le rivoluzioni del mercato il comparto è passato nel giro di pochi anni da 1500 a circa 1000 imprese, molte delle quali ormai affiancano alla propria attività di produzione propria quella per conto terzi, o si sono vocati al contoterzismo del tutto. Una scelta obbligata in qualche caso, spesso difficile da prendere: servono investimenti ingenti, anche perché ormai le attrezzature richieste dai grandi marchi per le procedure di incastonatura sono di grande importanza, comprendo microscopi e tecnologie avanzatissime.  
Fra gli obiettivi di Cna c'è poi quello del rilancio dell'attività fieristica, fondamentale per il settore per abbandonata da tante realtà, per i costi ingenti e le difficoltà organizzative: "eppure Valenza resta il secondo polo fieristico del Piemonte, pur essendo al momento poco o per nulla valorizzato". 

Ecco di seguito il programma completo del convegno, sostenuto anche dall'Amministrazione. 



5/04/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film