Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia e lavoro

Imprenditoria femminile: la nostra provincia prima in Piemonte

Sono soprattutto imprese individuali nei settore del commercio e dell’agricoltura. Il presidente della Camera di Commercio Gian Paolo Coscia: “Le start-up innovative sono una realtà. In provincia ne abbiamo 23”. Buone notizie anche per quanto riguarda l'export: il dato è superiore alla media regionale
ECONOMIA - Le imprese femminili in provincia, al 31 dicembre 2018, sono 9.984 sulle 42.804 totali, ovvero il 23,3%, un dato superiore alla media regionale (22,5%). La provincia è la prima in Piemonte. Si tratta soprattutto di imprese individuali. I settori dove si concentrano le imprese femminili sono il commercio e l’agricoltura.

“Ancora una volta primi in Piemonte - commenta Gian Paolo Coscia, presidente della Camera di Commercio di Alessandria - Dopo il dato sulla produzione industriale, che ricordo è pari a +2,8%, siamo ancora una volta sul podio, e questa volta il merito va tutto alle aziende guidate da donne alessandrine, che dimostrano una spiccata propensione all’imprenditorialità. In particolare, le imprese-donna sono nel commercio e nell’agricoltura, ma non solo. Le start-up innovative sono una realtà. In provincia ne abbiamo 23, e presso la Camera di Commercio abbiamo un caso concreto, perché ospitiamo nella nostra biblioteca una giovane alessandrina che lavora alla propria tesi e per sviluppare la propria start-up in ambito sport-tech; in questi mesi il suo modello di business ha ottenuto diversi riconoscimenti da Università, incubatori e acceleratori di impresa".
"Alle donne pertanto va il mio ringraziamento, per essere parte costitutiva del motore della nostra economia provinciale”, conclude Coscia.

Riguardo i settori di attività, commercio e agricoltura assorbono in quasi eguale misura le donne imprenditrici, comprendendo quasi la metà delle imprese femminili provinciali: 24% commercio, 23% agricoltura. Agricoltura e commercio sono settori in sofferenza circa il numero di imprese rispetto al 2017: -3,5% per l’agricoltura e -3,3% per il commercio. La restante metà dell’universo femminile imprenditoriale della provincia è suddiviso fra attività dei servizi di alloggio e ristorazione (10%), attività manifatturiere (7%), attività immobiliari (6%), costruzioni (3%), noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (3%).

Le imprese femminili giovanili sono 942, pari al 9,4% del totale imprese femminili. L’analisi evidenzia una concentrazione maggiore in due settori: commercio (240 imprese) e attività dei servizi di alloggio e ristorazione (120).

Le imprese femminili straniere sono 1.002, pari al 10% del totale imprese femminili e sono concentrate prevalentemente in due settori: commercio (270) e attività dei servizi di alloggio e ristorazione (164 imprese). Seguono costruzioni, agricoltura, attività manifatturiere. Quanto alla provenienza delle imprenditrici straniere, c’è la Romania in testa, e a seguire Cina, Marocco e Albania. Questi quattro Paesi assorbono il 54% delle imprese individuali femminili straniere. Le imprenditrici marocchine sono quasi tutte nel commercio, e il Marocco è in prima posizione in questo settore rispetto agli altri tre Paesi. Le imprese femminili albanesi presentano una distribuzione settoriale più uniforme rispetto agli altri tre Paesi, con una prevalenza nel “noleggio”, e nelle “altre attività di servizi”. Le imprenditrici rumene e cinesi sono concentrate nel commercio e nelle “attività dei servizi di alloggio e ristorazione”; in quest’ultimo settore e nella manifattura prevalgono su Marocco e Albania. La Cina, a differenza degli altri tre Paesi, è assente nelle costruzioni e quasi totalmente assente nel “noleggio”; è però molto presente nelle “altre attività di servizi” e nelle attività dei servizi di alloggio e ristorazione, dove prevale (in entrambi i settori) sugli altri tre Paesi.

Buone notizie anche per quanto riguarda l'export: nel 2018 il valore delle esportazioni alessandrine ha raggiunto quota 6,8 miliardi di euro. La variazione export 2018 rispetto al 2017 è +5,5%, pari a 360 milioni di export in più. Il dato è superiore alla media regionale (+0,4%) e dell’Italia nord-occidentale (+3,4%). La nostra prima esportazione, gioielleria e pietre preziose, registra un valore di 2,1 miliardi di euro (il 32% dell’export manifatturiero totale); l’export di questa produzione è in aumento del 2,2% rispetto al 2017: più 44 milioni di euro. Il saldo della bilancia commerciale estero (export meno import) è positivo: + 2,8 miliardi di euro. La nostra provincia esporta per il 97% prodotti delle attività manifatturiere, e principalmente: gioielleria e pietre preziose, prodotti chimici, prodotti della siderurgia, metalli di base preziosi, articoli in materie plastiche (queste voci compongono il 57% dell’export manifatturiero). Svizzera, Francia e Germania restano i principali mercati (insieme accolgono il 51% dell’export manifatturiero provinciale).

“Il trend non si arresta, siamo in continua crescita export - commenta Gian Paolo Coscia - Oltre a confermarci nei nostri tradizionali sbocchi esteri, vale a dire Svizzera, Francia e Germania, si rilevano crescite verso Argentina, Svezia, India e Tunisia. Questi Paesi, pur registrando una bassa quota del nostro export, mostrano, nel triennio 2016-2018 e come variazione 2018 su 2017, una crescita significativa”.

4/04/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile