Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia e lavoro

Grano, i prezzi sono in risalita

L'annata si annuncia di buona qualità nonostante le ondate di caldo che hanno fatto temere il peggio e sono in crescita anche le quotazioni alla Borsa Merci, benché “il reddito non sia ancora adeguato all'attività delle aziende” dice la Cia
ECONOMIA – Il grande caldo non ha inciso come molto produttori invece temevano. E il raccolto del grano si annuncia all'insegna della buona qualità, benché “non eccelsa” come viene precisato dagli agricoltori, ma soprattutto all'insegna dei prezzi in risalita. Le prime valutazioni arrivano dalla Cia (Confederazione italiana agricoltori) che ha diffuso un breve comunicato per annunciare che ieri, lunedì, la Borsa Merci ha chiuso con quotazioni in aumento. Se nel 2016, anno della 'protesta del grano', la quotazione del frumento tenero era stata di 14,20 euro al quintale, oggi si parla di 16 - 16,50 euro per quintale. “I prezzi rilevati alla Borsa Merci, come le piazze di Milano e Bologna, sono quotazioni che sostanzialmente corrispondono alla chiusura dei listini della campagna precedente e quindi creano le prospettive di una crescita graduale del prezzo nel corso del 2017 e inizio 2018. Di questo siamo soddisfatti” dice Carlo Ricagni, direttore della Cia di Alessandria e presidente della Commissione Prezzi della Camera di Commercio. Semaforo verde per i prezzi e altrettanto per la qualità del frumento tenero. Certo, lo riconosce sempre la stessa Cia, la produzione non è qualitativamente al top, però nonostante le ripetute, e lunghe, ondate di calore “l'annata si rivela medio-buona con qualità molitoria e produzione soddisfacenti. Nel luglio dello scorso anno – è la riflessione che arriva da Gian Piero Ameglio, presidente provinciale della Cia - la situazione era di forte scontento tra i produttori, oggi assistiamo a un miglioramento delle condizioni, seppur con la consapevolezza di un reddito non adeguato all'attività delle nostre aziende”.

La stima della resa, con la raccolta ancora in corso, è di 60-65 quintali per ettaro, leggermente inferiore rispetto al 2016, ma è un calo preventivato anche in conseguenza della gelata di aprile che ha compito diverse coltivazioni. Intanto procede il progetto 'Coltiviamo il buon grano di qualità', sostenuto da Cia Alessandria e Confagricoltura Alessandria, che coinvolge le cooperative 'Centro Agricolo San Michele', 'Settevie' e 'Produttori Mais di Alessandria'. Le varietà individuate sono tre: Bologna, Rebelde e Forcali. “Il primo – ricordano i tenici dell'associazione agricola - è il grano di riferimento, conosciuto e apprezzata; Rebelde è una varietà emergente che sta registrando buoni risultati; Forcali è un frumento di nuovissima costituzione che dalle prime coltivazioni risulta essere piuttosto interessante sia sotto il profilo produttivo che qualitativo”. Le varietà scelte sono quelle che “forniscono le migliori produzioni nelle aree più fertili e vocate e consentono di produrre farine della qualità richiesta dal mercato e inoltre consentono un’ottimale partenze della coltura e assicurano la tracciabilità della produzione”. Per esempio il Bologna si attesta su un valore di circa con 15 euro, una quotazione definita “buona”. Complessivamente la produzione di grano tenero, solo per le aziende della Cia, si attesta su 5.365,86 ettari, mentre quella di grano duro si attesta su 224,73 ettari.

Da Confagricoltura arriva anche il dato relativo alla raccolta di orzo nelle province del Piemonte, è dove risultata mediamente inferiore di circa il 15-20 per cento rispetto all’anno scorso, con rese che vanno dai 45 ai 55 quintali per ettaro. "Il calo di produzione è mediamente più marcato (-20/25 per cento rispetto al 2016) per quanto riguarda il frumento tenero: la resa si aggira dai 50 ai 60 quintali per ettaro" si legge su una nota di Confagricoltura Piemonte.

4/07/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Inaugurato il nuovo stabilimento Gualapack in Ucraina: produrrà imballaggi dedicati ad alimenti per l'infanzia
Inaugurato il nuovo stabilimento Gualapack in Ucraina: produrrà imballaggi dedicati ad alimenti per l'infanzia
Gli obiettivi della Cisl Al-Asti al Congresso nazionale a Roma
Gli obiettivi della Cisl Al-Asti al Congresso nazionale a Roma
 Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Bonus mamma, bebè e permessi: ecco tutte le novità
Aliante precipitato, le immagini
Aliante precipitato, le immagini
I 203 anni dell'Arma dei Carabinieri
I 203 anni dell'Arma dei Carabinieri
Una domenica pomeriggio in occasione delle Cantine Aperte nella distilleria di Altavilla della famiglia Mazzetti
Una domenica pomeriggio in occasione delle Cantine Aperte nella distilleria di Altavilla della famiglia Mazzetti