Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cronaca

Chiedeva un "aiuto" per sveltire le pratiche, arrestato dipendente della Motorizzazione

Otto euro a pratica per sbloccare le pratiche di immatricolazione di mezzi agricoli. E' stato arrestato dai carabinieri del nucleo investigativo un valenzano di 59 anni, dipendente della Motorizzazione Civile, accusato di concussione
CRONACA – Otto euro a pratica per sbloccare le pratiche di immatricolazione di mezzi agricoli. E' stato arrestato dai carabinieri del nucleo investigativo un valenzano di 59 anni, Carmelo Sebeto, dipendente della Motorizzazione Civile, accusato di concussione.
Gli uomini dell'arma lo hanno fermato negli uffici della Cia, confederazione italiana agricoltori, dove era andato per ritirare la somma e prendere accordi. Aveva accumulato 151 pratiche e avrebbe ottenuto 1.208 euro, in contanti, infilati dentro un pacchetto di sigarette. Quando gli addetti del sindacato Cia glieli hanno consegnati, i carabinieri erano già stati avvisati e lo hanno atteso al varco. Quando lo hanno fermato non ha opposto resistenza, non ha neppure provato a giustificarsi, ha però accusato un momento di mancamento.
Cosa sia scattato nella testa del 59enne valenzano, dipendente della Motorizzazione civile, con la qualifica di assistente amministrativo, lo stabiliranno le indagini, che proseguono, mentre lui è in carcere.
La denuncia è partita degli uffici Cia che, per conto degli associati, manda avanti le pratiche di pasaggi di prorpietà o immatricolazioni di mezzi agricoli. Ne avevano accumulati 151, ferme da gennaio. Così hanno contattato il funzionario addetto chiedendo un incontro. Sebeto non si è fatto trovare nella sua sede di lavoro, ma ha chiamato subito dopo la Cia per concordare un appuntamento, negli uffici dellaconfederazione divia Savonarola. All'incontro ha chiesto senza troppi giri di parole un “aiuto” per mandare avanti le pratiche: "10 euro, posso scendere anche a 9 ma non sotto gli 8 euro". Preso l'accordo, le pratiche si sono improvvisamente sbloccate. Qualche giorno dopo è passato all'incasso: la prima tranche a luglio, per le immatricolazioni da gennaio a giugno; la seconda a dicembre, per la restante parte dell'anno.
I funzionari Cia nel frattempo, si sono rivolti ai carabinieri che hanno fatto scattare la “trappola”. L'arresto è avvenuto il 6 giugno, nel primo pomeriggio. Per il dipendente della motorizzazione si sono aperte le porte del carcere, dove questa mattina si è tenuta l'udienza di convalida del fermo. Proseguono ora le indagini dei carabinieri per stabilire da quanto andava avanti la pratica dell'aiutino e per capire se ci sono altre vittime.
10/07/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...