Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Valenza

BaselWorld, salone mondiale di orologeria e gioielleria: deluse le attese

Per il Gruppo Aziende Orafe Valenzane di Confindustria Alessandria la riduzione dei padiglioni espositivi e il conseguente vistoso calo degli espositori abbiano certamente concorso alla evidente diminuzione dei buyers internazionali. Barberis: “Necessarie nuove modalità commerciali dei beni di lusso”
ECONOMIA - Ha deluso le attese delle imprese valenzane il Salone elvetico di orologeria e gioielleria BaselWorld che si è concluso il 26 marzo. Indicazioni non positive sono state espresse dalle imprese del Distretto di Valenza che hanno partecipato. Il Gruppo Aziende Orafe Valenzane di Confindustria Alessandria sottolinea come la riduzione dei padiglioni espositivi e il conseguente vistoso calo degli espositori abbiano concorso alla evidente diminuzione dei buyers internazionali in visita generando un quadro che, salvo casi particolari, pone in seria discussione le partecipazioni future, nonostante l’annunciato avvicinamento delle date di effettuazione di BaselWorld al Salone Internazionale di Alta Orologeria di Ginevra a partire dal 2020. Un bilancio generalmente insoddisfacente nonostante gli investimenti significativi per presentare le nuove collezioni e per rafforzare l’immagine delle aziende sui mercati internazionali, e che rende sempre più attuale la necessità di interrogarsi sull’efficacia dello strumento fieristico e di avviare un confronto sulle nuove modalità di commercializzazione dei beni di lusso.

“Come tutti colleghi espositori – commenta Francesco Barberis, presidente del Gruppo Aziende Orafe Valenzane di Confindustria Alessandria (nella foto) – ho affrontato BaselWorld con il massimo impegno senza lesinare investimenti commisurati agli obiettivi della mia azienda. Seppur con aspettative contenute, auspicavo maggiore presenza di clientela ed opportunità per avviare nuovi contatti ed ipotesi di commercializzazione. Al di là degli esiti di BaselWorld e delle scelte che farà la mia azienda, non credo che le partecipazioni fieristiche internazionali vadano abbandonate totalmente. Sono però convinto che sia indispensabile riflettere sul cambiamento in atto dei costumi e delle abitudini dei consumatori, ed interrogarci, ad esempio, su come affrontare i nuovi canali di distribuzione volti a favorire la competitività delle nostre imprese”.
29/03/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile