Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Mornese

Campi trascina il Mornese: Garbagna battuto 3 a 2

Partita dalle mille sfaccettature con i tortonesi, passati in vantaggio grazie alla fortuita autorete del centrocampista. Nel finale di tempo proprio Campi a salire in cattedra e a segnare tutte e tre le reti dei viola. Ma il finale tutto di marca biancorossa, con il Garbagna che sfiora un insperato pareggio.
MORNESE - Il Mornese resta in corsa per i play-off grazie al successo di misura nel recupero con il Garbagna. Le tre reti segnate dai viola non hanno lasciato scampo ai tortonesi, in piena lotta per la salvezza, ma capaci di andare a segno su due calci piazzati. Oltre ai tre punti, condizione necessaria per mantenersi in scia alle prime della classe, fa ben sperare la prestazione di Rossi e soci, anche se i piatti della bilancia producono un sostanziale equilibrio. Se da un lato il numero delle occasioni da gol create è notevole, dall'altra i ragazzi di mister D'Este sono riusciti a concretizzare ben poco rispetto a quanto creato. Pronti, via e Gabriele Mazzarello, in coppia con Rossi, si presenta quasi a tu per tu con Ormelli: l'azione sfuma sul più bello. I padroni di casa occupano bene tutto il campo, specie in zona offensiva, ma sono gli ospiti (schierati con un 4-5-1 molto rinunciatario nella prima fase) a passare in vantaggio al 16'. Corner dalla sinistra battuto da Gemme e Campi trova la deviazione fortuita nella sua porta, battendo Ghio, sostituto di Russo.

I padroni di casa passano tutta la frazione di gioco ad attaccare a testa bassa, ma la porta di Ormelli sembra stregata. Gabriele Mazzarello sbatte tre volte contro il "muro" issato dall'estremo difensore - migliore dei suoi per distacco, in lizza con Campi per la palma di man of the match -, abile a respingere anche una doppia conclusione. Magrì, invece, in due occasioni pecca di precisione, calciando di poco alto sopra la traversa altrettanti tiri da buona posizione. Ci pensa Campi, al 44', a riequilibrare il match. Punizione conquistata da Rossi al limite dell'area, completamente defilata sulla sinistra, e tiro sul palo opposto. Non è finita: al 46' il centrocampista raccoglie al limite dell'area la sfera, respinta dalla difesa in seguito ad un corner, e la piazza di precisione alla sinistra di Ormelli. Azione fotocopia all'ora di gioco, con Campi che sale a quattro nel numero di marcature, considerando - scherzosamente - anche l'autorete. Il palo colpito da Gabriele Mazzarello e la traversa (con deviazione di Ormelli) su Carrea chiudono anzitempo la partita del Mornese, che nell'ultimo quarto d'ora soffre troppo e rischia di compromettere quanto di buono fatto in precedenza. Tamburelli su punizione batte Ghio e nel finale il forcing si produce ancora con calci di punizione e verticalizzazioni mancate per un soffio. "Il risultato è giusto - ha commentato nel dopogara mister D'Este -. Non abbiamo mai sentito il risultato al sicuro. Nel corso dei novanta minuti abbiamo creato tanto, anche alla ripresa servirà attenzione". 
15/01/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus