Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Cassano Spinola

Raccolta differenziata, il porta a porta si estende ad altri sei Comuni

Tra giugno e luglio toccherà a Cassano, Carezzano, Sardigliano, Villaromagnano, Carbonara e Pontecurone. In autunno a Novi, Serravalle, Gavi, Voltaggio, Carrosio, Parodi, Fraconalto, Capriata e altri centri del tortonese
CASSANO SPINOLA – Tra giugno e luglio toccherà a Cassano, Carezzano, Sardigliano, Villaromagnano, Carbonara e Pontecurone. In autunno sarà la volta di Novi, Serravalle, Gavi, Voltaggio, Carrosio, Parodi, Fraconalto, Capriata, Tortona, Castellar Guidobono, Castelnuovo, Spineto e Viguzzolo. Parliamo della raccolta porta a porta dei rifiuti, con 19 Comuni che vanno ad aggiungersi ai 14 già passati al nuovo sistema (Pozzolo, Pasturana, Basaluzzo, Tassarolo, Fresonara, Francavilla, Predosa, Sale, Guazzora, Molino dei Torti, Alzano, Isola Sant’Antonio, Alluvioni Piovera, Castellazzo Bormida).

Il nuovo sistema di raccolta porta a porta prevede l’eliminazione dei contenitori su strada e la fornitura di contenitori più piccoli alle singole utenze. Nello specifico si tratta di cinque bidoni: tre da 120 litri (grigio per l’indifferenziato, giallo per la carta, bianco per plastica e lattine), un sottolavello da 10 litri per l’umido e un contenitore da 23 litri sempre per l’umido, ma da tenere fuori casa. I nuovi contenitori – che saranno consegnati a domicilio da Gestione Ambiente – sono dotati anche di un dispositivo elettronico che servirà a determinare la tariffa: più saranno i rifiuti prodotti, più cara sarà la tariffa che l’utente dovrà pagare.

Stanno già partendo gli incontri informativi per la popolazione. Nella zona del novese, da segnare in calendario lunedì 13 maggio a Cassano e il giorno dopo a Gavazzana, sempre alle 21.00 in municipio. Venerdì 17 maggio alle 20.30 appuntamenti alla Società di Carezzano e venerdì 24 maggio alle 18.00 alla Soms di Sardigliano.

«L’obiettivo di legge è arrivare entro il 2020 al 65 per cento di raccolta differenziata e a non più di 159 chili di rifiuti indifferenziati pro capite all’anno», spiegano Ennio Negri e Paolo Selmi, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Gestione Ambiente. «Attualmente siamo al 50 per cento di differenziata, in media, e a 240 chili di rifiuti per persona». Nei Comuni dove il nuovo sistema è già stato avviato, Gestione Ambiente parla di miglioramenti del 10 per cento nella raccolta differenziata, con picchi del 20 per cento, e di una parallela diminuzione dei rifiuti indifferenziati.

C’è però il problema dei costi: questo nuovo sistema di raccolta costerà sicuramente di più di quello oggi in funzione. In teoria però lo smaltimento dovrebbe costare di meno. Negri spiega infatti che «i costi che graveranno sui cittadini deriveranno dal riequilibrio tra i costi di raccolta e quelli di smaltimento, e potranno essere compatibili con quelli attuali, sempre che ci sia la massima collaborazione fra tutte le parti». Come dire: non ci saranno aumenti ma solo se farete bene la differenziata.

Nella foto: i nuovi bidoni pronti per essere distribuiti.
11/04/2019
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Wilko Johnson Band al Macall? di Castelceriolo
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Maurizio Landini alla Festa d'Aprile
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
Nuovo allestimento per “I Percorsi dell’Arte” dedicato a Carlo Carrà
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile
"Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®” ad Alessandria domenica 7 aprile