Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Alessandria

Il dialetto mette d'accordo tutti: "Insegnamolo nelle scuole"

La presentazione dell'ottava edizione del concorso letterario dialettale ha acceso la lampadina ai consiglieri: chiedere al Provveditore di organizzare momenti in mandrogno anche nelle scuole. Per non dimenticare la cultura e la 'lingua'
ALESSANDRIA - Alla fine si scopre che l'unico tema che unisce destra e sinistra, centro e grillini è il dialetto alessandrino.

Anche se già da Borgo Rovereto al Cristo ci sono delle differenze”, puntualizza Enrico Mazzoni da San Giuliano, in commissione cultura. Era stata convocata proprio per informare i consiglieri comunali sull'ottavo concorso dialettale 'A suma tuc Gajòud', dedicato a Gianni Fozzi e Sandro Locardi, indetto dall'Associazione Alessandria in Pista.
Si premiano le migliori opere letterarie di poesia, prosa e canzoni (si partecipa entro il 28 febbraio 2018, premiazione in primavera).

Se da centro a periferia c'è differenza di pronuncia dialettale, figuriamoci verso la Fraschetta. Ma tant'è, tutto l'arco costituzionale si è complimentato con l'iniziativa di Alessandria in Pista che porta avanti il folklore e le tradizioni mandrogne.
Tutti talmente d'accordo da far pensare di portare la storia, la cultura e soprattutto il dialetto alessandrino nelle aule scolastiche. L'idea sarebbe quella inviare una lettera al Provveditore per chiedere di prendere in considerazione qualche iniziativa di carattere dialettale (extracurriculare): uno spettacolo, qualche ora di lezione, degli incontri. Insomma, qualsiasi momento di avvicinamento tra i nativi digitali e gli strenui difensori della lingua popolare.
“Nonostante il mondo sia globalizzato è giusto mantenere salde le proprie radici e continuare a parlare il dialetto”, fa eco il Presidente 'in Pista' Mauro Remotti: “possiamo mettere a disposizione volentieri le persone per questo incarico”. “Il dialetto non ha colore politico”, ha chiosato il Presidente di commissione, Carmine Passalacqua. Per ora sono solo idee. Toccherà al responsabile scolastico decidere se e come renderlo possibile. “Nell'ultima edizione abbiamo avuto un premiato sotto i trent'anni”, ricorda Remotti, come a sottolineare che qualche 'non vecchio' che parla – e scrive – in mandrogno c'è ancora.
17/11/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi