Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Bonus bebè: al via le domande

Da lunedì 24 febbraio sarà possibile presentare domanda agli sportelli del Distretto Sanitario dell'AslAl: 250 euro, utile per l’acquisto di prodotti per la prima infanzia. Tutte le informazioni su chi ne ha diritto e sui documenti da presentare
PROVINCIA - Anche per i nati nell’anno 2013 la Regione Piemonte ha messo a disposizione delle famiglie il Bonus Bebè, del valore complessivo di 250 euro, utile per l’acquisto di prodotti per la prima infanzia. Da lunedì 24 febbraio sarà possibile presentare domanda presso gli sportelli dei distretti sanitari dell’Asl provinciale.

Chi ne ha diritto:
Ogni bambino nato dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2013 residente in Piemonte la cui famiglia abbia un reddito Isee non superiore a 38 mila euro. Sono compresi i minori in tutela, nati del 2013, in affidamento familiare o in comunità alloggio e in affidamento pre-adottivo. Inoltre possono beneficiare del Bonus Bebè anche i bambini adottati che hanno compiuto 3 anni entro il 31 dicembre 2013 e la cui pratica di adozione si è conclusa nell'anno 2013. Anche in questo caso, la famiglia adottiva deve avere un reddito Isee non superiore ai 38 mila euro. La pratica di adozione si ritiene conclusa quando il minore, dopo il deposito della sentenza di adozione, ha assunto il cognome della famiglia adottiva e risulta iscritto sullo stato di famiglia dei genitori adottivi come "figlio".
  • È necessaria la seguente documentazione:
  • dichiarazione di nascita (rilasciata dalla Struttura Ospedaliera) o autocertificazione del genitore;
  • indicatore Isee del nucleo familiare, determinato in base alle disposizioni del D.lgs 109/98, inferiore a 38.000 Euro e rilasciato in data successiva alla nascita del figlio;
  • documento di identità del genitore.
Dove e come richiedere i voucher:
I genitori aventi diritto possono presentare domanda entro il 30 agosto 2014 agli sportelli Asl Al del distretto di residenza. L’Asl, verificata la documentazione, invierà alla Regione un elenco degli aventi diritto con i dati necessari per poter effettuare il pagamento. Il genitore beneficiario del bonus riceverà una comunicazione scritta dalla Regione Piemonte contenente il voucher di 250 euro che potrà incassare presso qualsiasi sportello Unicredit del Piemonte.
23/02/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018