Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Scuola

Approvato il piano provinciale per il diritto alla studio

Previsti contributi per il servizio di trasporto, per i disabili, per la refezione scolastica, per il diritto allo studio
PROVINCIA - La Giunta provinciale, su proposta dell’assessore alla Pubblica Istruzione Graziano Moro, ha approvato il Piano provinciale per il diritto alla studio relativo all’annualità 2013, sulla base dei trasferimenti regionali disponibili, la cui quota per la Provincia di Alessandria ammonta a 668.183,49 euro. “Stando alle esigenze segnalate dai 136 tra Comuni, istituzioni scolastiche ed enti gestori delle funzioni socio-assistenziali coinvolti in questo Piano provinciale – interviene l’assessore Moro – e tenuto conto della progressiva riduzione di risorse trasferite dalla Regione Piemonte, abbiamo cercato di operare nel modo più corretto una rideterminazione degli importi da assegnare attraverso una riduzione lineare per ciascun intervento di spesa – trasporto, refezione, assistenza scolastica generica – al fine di raggiungere il numero più alto di beneficiari”.

Per il servizio di trasporto sono previsti contributi per un totale di 199.996,52 euro, di cui 184.325,08 euro per il trasporto ordinario (scuola primaria e secondaria di primo grado) e 15.671,44 euro per quello dei disabili (scuola materna, primaria e secondaria di primo grado). Per la refezione scolastica è previsto un contributo di 50.002,27 euro in compartecipazione alla spesa sostenuta dai Comuni per erogare il servizio agli allievi della scuola primaria e secondaria di primo grado. Riguardo, invece, gli interventi per l’integrazione scolastica degli allievi disabili, sono previsti contributi per un totale di 457.690,80 euro a copertura delle spese sostenute dai Comuni sede di istituti superiori e dagli enti gestori delle funzioni socio-assistenziali che hanno condiviso e gestito per conto della Provincia interventi a favore di allievi disabili nella scuola secondaria di secondo grado.

Sono, poi, in previsione interventi vari per il diritto allo studio e per le emergenze in collaborazione con enti locali, servizi e istituzioni scolastiche del territorio che si svolgeranno nel corso dell’anno e che al momento non sono programmabili. La contrazione delle risorse disponibili, l’irrompere di esigenze non prevedibili, come situazioni di grave disagio, e il completamento di percorsi istituzionali appena avviati (ad esempio, l’istituzione dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti) hanno portato alla predisposizione di un fondo unico, dell’importo di 70.788,36 euro, da destinarsi alle esigenze che si presenteranno nel corso dell’anno.
28/02/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018