Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Piemonte

Due miliardi di euro per una crescita intelligente

La nuova programmazione dei fondi europei per gli anni 2014-2020 mira ad una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Tra le proposte, più risorse per innovazione e ricerca ed investimenti nel manifatturiero
PIEMONTE - Più risorse per la ricerca e l’innovazione, gestione integrata dei fondi, un sistema di valutazione dei risultati più efficiente, ma soprattutto una crescita che possa essere intelligente, sostenibile ed inclusiva. Queste, in sintesi, le novità più importanti della nuova programmazione dei fondi europei relativa agli anni 2014-2020 di cui ieri, venerdì 11 luglio, su proposta degli assessori alle Attività produttive Giuseppina De Santis e al Lavoro, Gianna Pentenero, sono stati approvati in giunta i relativi programmi operativi regionali che a breve saranno presentati alla Commissione europea.

Si tratta di due miliardi di euro per le casse della Regione Piemonte: un cifra analoga a quella presentata nel precedente settennato, segnale, questo, di un'evidente attenzione ai temi trattati, nonostante la crisi che ha investito, nel frattempo, il sistema dei bilanci pubblici e il mondo produttivo in generale. Verrà così sviluppata e valorizzata la base industriale, in particolar modo quella manifatturiera, cui verrà dato un ruolo più importante nelle politiche economiche, investendo in misure di sostegno che evitino la perdita permanente di capacità produttiva e di posti di lavoro. Il Por, però, mira anche ad approfondire l'ambito della ricerca e delle innovazioni, con una migliore e conseguente proiezione sul piano internazionale, dettata da un recupero della competitività. 

La“Strategia di Specializzazione Intelligente", nello specifico, delinea le tre traiettorie tecnologiche di sviluppo che riflettono le altrettante componenti della crescita: si lavorerà per essere smart (per competere nel mercato globale attraverso produzioni e processi intelligenti); clean-tech (per rilanciare un’economia più verde e competitiva) e resource efficiency (per favorire un uso più efficiente delle risorse migliorando il benessere dei cittadini). Insomma, risorse importanti che verranno utilizzate per far fronte alle principali criticità: esigenza di maggiore qualificazione produttiva, di crescita dimensionale e capacità di attrarre sul territorio investimenti da parte di grandi imprese, con ricadute positive per le PMI.

"Sui progetti presentati oggi si avvia il negoziato con l’Unione Europea – ha dichiarato l’assessore De Santis in conferenza stampa- Nel giro di qualche mese questi programmi verranno approvati e da lì in poi si potrà agire concretamente attivando misure anche pluri-fondo, che concentrino le risorse sugli obiettivi più strategici. E’ opportuno concentrare le risorse sulle iniziative che facciano "massa critica", come i progetti di ricerca e innovazione più qualificati, i contratti di insediamento, la finanza di impresa. Verosimilmente occorre anche semplificare e ridurre le svariate misure di sostegno alla creazione d’impresa presenti sia nel Por Fesr sia nel Por Fse, tenendo conto della legge nazionale sulle start up e intervenendo sulle reali criticità del sistema".

 
12/07/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi