Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Rossa nuovo presidente della Provincia

Domenica si sono svolte le elezioni di secondo grado per il rinnovo del consiglio provinciale: 2126 i consiglieri e i sindaci dei 190 comuni chiamati a scegliere tra Rita Rossa e Paolo Borasio. Affluenza: 78% nella sezione centrale e 60% nelle sottosezioni. Il sindaco di Alessandria eletto con il 60,8% dei voti. Ancora attesa per i consiglieri
PROVINCIA – 14:00 Rita Rossa è il nuovo presidente della Provincia 
Eletta con il 60,8% dei voti Rita Rossa a nuova presidente della Provincia. Ancora attesa per il consiglio provinciale: per conoscere i nomi dei componenti, infatti, sarà necessario attendere la conclusione dello spoglio delle liste.
 

Le urne si sono chiuse alle 20 di ieri, domenica. 2126 consiglieri comunali e sindaci dei 190 comuni della Provincia hanno fatto la spola nelle sale di palazzo Ghilini, sede della Provincia di Alessandria. Si chiude oggi, alla mezzanotte, l'epoca “Filippi”, che ha guidato l'ente per dieci anni e si apre l'era di Rita Rossa, sindaco del comune di Alessandria e candidata per una lista di ispirazione di centro sinistra. Alle 20 avevano votato il 78% nella sezione principale (comuni di Alessandria, Casale, Acqui, Novi, Ovada, Tortona, Valenza, Arquata Scrivia, Castelnuovo, Serravalle Scrivia, Cassine, Castellazzo Bormida, Gavi, Pontecurone, Pozzolo Formigaro, Sale, San Salvatore Monferrato e Viguzzolo). Nelle sottosezioni, per tutti i comuni minori, l'affluenza è stata del 60%. 
Salvo sorprese, certo, che però sono ben difficili. Il meccanismo elettorale introdotto dalla legge di riordino degli enti Delrio attribuisce infatti ai voto dei comuni più popolosi un “peso” maggiore rispetto ai piccoli centri. Alessandria e Casale Monferrato sono quindi stati determinanti nell'esito. Ed entrambe sono guidati da maggioranze di centro sinistra. Anche i centri zona, Novi, Ovada, Tortona, sono in mano al Pd. Giochi fatti, quindi. Questa mattina inizierà lo spoglio delle schede.
Nessuno si attende un ribaltamento del pronostico. Al candidato del centro destra Paolo Borasio andrà quindi un “onorevole” secondo posto. Qualche sorpresa, casomai, potrebbe arrivare dalla composizione del consiglio provinciale che sarà composto da 12 consiglieri. Il Pd, con Sel, hanno indicato 10 nomi. Borasio ha una sua lista di appoggio, di 12 candidati; la lista di Giancarlo Caldone ne propone 6 e si aspetta almeno un eletto, pur non avendo dato presentato nessuno per il ruolo di presidente. Lega Nord, partito della Rifondazione Comunista e Movimento 5 stelle si sono espressi per il non voto, motivando come una “presa il giro” il meccanismo di voto.
Oggi, dunque, si saprà chi guiderà l'ente per i prossimi cinque anni, un ente al quale la legge attribuisce le funzioni nel settore ambientale, scuole e strade. Ma nessun fondo diretto. Spetterà poi alla Regione, entro la fine dell'anno, decidere quali altri funzioni ad oggi in carico alle Province mantenere o attribuire ai nuovi enti di secondo grado.
13/10/2014
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film