Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Casale Monferrato

Cannabis terapeutica, nascerà coltivazione da accordo italo-canadese

L'Azienda agricola San Martino ha siglato una innovativa partnership con una società canadese per coltivare cannabis per l'industria cosmetica e farmaceutica. 15.000 mq per serre e laboratori, sviluppati anche con l'UPO
 OCCIMIANO - Dopo le capre la cannabis. Ma quella sativa, a baso contenuto di THC e pertanto legale. L'azienda Agricola San Martino di Occimiano dell’imprenditore milanese Umberto Signorini porta nel casalese un nuovo progetto agricolo-industriale capace di creare posti di lavoro e indotto.

L’ultimo investimento, avviato a partire dalla metà del 2017 è un progetto di studio e analisi per la valorizzazione della canapa sativa a basso contenuto di THC. Gli studi sono stati effettuati per la fattibilità di utilizzo all'interno di un motore alimentato da gas prodotto con fermentazione anaerobica e successivamente si sono spostati sugli studi delle molecole dei componenti attivi, con la stretta collaborazione con il dipartimento scientifico dell'Università del Piemonte Orientale.

Il passo successivo è stato quello di cercare un solido partner che potesse portare in provincia di Alessandria le conoscenze giuste in materia. La famiglia Signorini lo ha trovato nella candese Maricann, società quotata in Borsa, con cui è stato siglato un accordo non vincolante per la creazione di serre e laboratori di 15.000 mq nel territorio di Occimiano. Il progetto è aprire così il mercato B2B nei settori farmaceutici, medicinali, cosmetici, alimentari.

Spiega Signorini: "Questa partnership tra la nostra famiglia e Marricann per sviluppare una linea di prodotti al CBD è molto emozionante. Ci sono grandi opportunità in diversi settori. Iniziamo a lavorare per il farmaceutico, ma gli ambiti di sviluppo prevedono anche l'industria alimentare, veterinaria, cosmetica".

Commenta Carlo Ricagni, direttore provinciale Cia Alessandria: "Si stanno verificando nuove aperture in agricoltura, che possono portare a investimenti interessanti riguardo nuove linee di indirizzo rispetto alle tradizionali colture. La famiglia Signorini è un esempio significativo di innovazione, portata dall'imprenditorialità proveniente da settori non agricoli, che si traduce in progetti studiati e compiuti a fondo".
1/09/2018
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
Sabato 03 Novembre 2018 Taryn Donath Quartet in concerto al Macallé
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
La Psicomotricità Funzionale e il Training Attentivo Cognitivo Metodo Benso sbarcano ad Alessandria
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi