Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Lavoro

Le concessionarie ritirano gli esuberi: "lavoratori salvi"

Al tavolo interministeriale le concessionarie autostradali ritirano gli esuberi. I sindacati: "lavoratori salvi, nessun licenziamento"
LAVORO - "Tutti i posti di lavoro sono salvi". Le concessionarie autostradali hanno ritirato gli esuberi annunciati, e poi "congelati" in attesa della conclusione della trattativa, dopo l'approvazione dell'emendamento presentato alla Camera dall'onorevole Cristina Bargero, approvato domenica.
Un sospiro di sollievo per i circa 3 mila lavoratori del comparto, di cui 600 in Provincia, dipendenti di Itinera, gruppo Gavio.
Il via libera all'emendamento presentato e discusso in commissione Bilancio alla Camera domenica scorsa, che ha riportato alla quota del 40% gli affidi diretti sulle manutenzioni, ha aperto la strada della salvezza, auspicata dai sindacati.
Ieri, durante il tavolo tra i ministeri dello Sviluppo economico e dei Trasporti, le concessionarie e i rappresentanti sindacali, è stato fatto il passo finale e decisivo: il titiro da parte delle aziende degli esuberi già annunciati.

"Ora lo possiamo dire: tutti i posti di lavoro sono salvi", commenta Massimo Cogliandro, segretario regionale di Fillea Cgil. "Nessuno sarà licenziato. E' una grande vittoria".
Da circa due anni i lavoratori vivono con il fiato sospeso per il rischio di licenziamenti. Negli ultimi mesi la mobilitazione si è fatta più serrata. Sono stati proclamati tre scioperi ed altrettante manifestazioni, una mobilitazione che è arrivata a toccare il Papa e il vescovo di Tortona, monsignor Viola.  L'incontro interministeriale "era il passo successivo dopo l'approvazione dell'emendamento in commissione Bilancio, che serviva a salvare il posto di lavoro a circa 3000 lavoratori. - commenta anche Cristina Bargero, parlamentare piemontese firmataria dell'emendamento, bocciato in prima battuta al Senato  - E' stato stato un lavoro duro e impegnativo, però ne è valsa la pena. Abbiamo raggiunto l'obiettivo".
"Nella vicenda dei lavori di manutenzione e progettazione delle opere delle società autostradali ha prevalso il buon senso evitando che fossero i lavoratori, i soggetti più deboli, a pagare il conto finale", dice Federico Fornaro, senatore di Mdp.
"Fin dall'inizio, dall'approvazione del nuovo Codice degli Appalti avevamo chiesto che vi fosse gradualità nell'applicazione della nuova normativa e soltanto in extremis, con un emendamento parlamentare alla legge di bilancio, il Governo ha accolto questa impostazione. Resta comunque il fatto positivo della salvaguardia dei posti di lavoro, ottenuta grazie all'intelligente e tenace azione dei sindacati".
20/12/2017
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
La Barbera Incontra 2018 - Tre giorni di Musica, spettacolo, dibattiti e divertimento
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Passodopopasso Attraverso i miei occhi - Un aiuto per Karoona
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
Arturo Brachetti incontra Osvaldo Guerrieri per l'anteprima di Passepartout Festival
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
La Barbera Incontra 15-16-17 giugno 2018 San Damiano d'Asti
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Valenza domenica 17 giugno
Carrà, Carrà, ancora Carrà...
Carrà, Carrà, ancora Carrà...