Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Provincia

Il welfare e gli assegni per la famiglia

Il Welfare prevede dei trattamenti di aiuto alla famiglia che sono erogati attraverso gli assegni a sostegno del nucleo familiare il cui importo varia a seconda della composizione e del reddito dei familiari che ne fanno parte. Esistono, però, più trattamenti al nucleo familiare...
PROVINCIA - Il Welfare prevede dei trattamenti di aiuto alla famiglia che sono erogati attraverso gli assegni a sostegno del nucleo familiare il cui importo varia a seconda della composizione e del reddito dei familiari che ne fanno parte. Esistono più trattamenti al nucleo familiare che sono:

- Assegno al nucleo familiare (ANF): è destinato alle famiglie dei lavoratori dipendenti e dei pensionati (da lavoro dipendente), dei titolari di prestazioni a sostegno del reddito (disoccupazione, cassa integrazione, maternità, mobilità…) e agli iscritti alla gestione separata. Il requisito per avere diritto all’ANF è che almeno il 70% del reddito complessivo derivi da lavoro dipendente (se il richiedente è dipendente) o da lavoro parasubordinato (nel caso di richiedente iscritto alla gestione separata). Inoltre il reddito del nucleo familiare deve essere inferiore ai limiti stabiliti annualmente. Il diritto all’ANF si prescrive trascorsi 5 anni. Fanno parte del nucleo familiare: il richiedente l’assegno, il coniuge non legalmente ed effettivamente separato, i figli minori legittimi ed equiparati (adottati o figli del coniuge nati da precedente matrimonio), i figli ed equiparati maggiorenni inabili, i fratelli, le sorelle e i nipoti collaterali del richiedente minori o maggiorenni inabili (che siano orfani di entrambi i genitori senza che abbiamo conseguito il diritto alla pensione ai superstiti), i nipoti minorenni viventi a carico degli ascendenti diretti (i nonni) e i figli di età compresa tra i 18 e i 21 anni, purché studenti o apprendisti, a condizione che il nucleo familiare sia composto da almeno 4 figli di età inferiore ai 26 anni. Possono fare richiesta dell’ANF i cittadini italiani, comunitari o extracomunitari anche per familiari residenti all’estero purché in paesi che abbiano sottoscritto accordi bilaterali con l’Italia. La domanda deve essere presentata o al proprio datore di lavoro tramite modello ANF/DIP se lavoratore dipendente o all’Inps, tramite canale telematico, se lavoratore domestico, iscritto alla gestione separata, titolare di prestazioni a sostegno del reddito (mobilità, naspi, aspi…), operaio agricolo a tempo determinato.

- Assegno familiare: possono richiederlo i coltivatori diretti, mezzadri e coloni, i piccoli coltivatori diretti e i titolari di pensioni a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi. Fanno parte del nucleo familiare: il coniuge, i figli ed equiparati, fratelli, sorelle e nipoti (solo se minorenni, studenti di scuola media fino a 21 anni, studenti universitari fino a 26 anni, apprendisti fino a 21 anni e inabili al lavoro), genitori e nonni solo per i piccoli coltivatori diretti. Gli assegni spettano per ogni familiare a carico, per essere considerato a carico bisogna avere un reddito inferiore al trattamento minimo Inps maggiorato del 30% più le quote di maggiorazione. Occorre inoltre che il nucleo familiare non superi determinati limiti di reddito stabiliti annualmente. La domanda si presenta direttamente all’Inps tramite canale telematico.

- Assegno familiare dei Comuni: spettano al nucleo familiare con almeno tre figli minori che disponga di un reddito limitato. Ne hanno diritto i cittadini italiani, i cittadini dell’Unione Europea, gli stranieri titolari di permesso Ce di lungo periodo e gli stranieri titolari di permesso per asilo politico o protezione sussidiaria. La domanda deve essere presentata al Comune di residenza perentoriamente entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto l’assegno (ad esempio l’assegno per il 2016 va richiesto entro il 31 gennaio 2017), è richiesto di presentare anche l’ISEE.


Nella provincia di Alessandria sono presenti i seguenti sportelli del Patronato ACLI presso cui è possibile rivolgersi per ulteriori informazioni:

Sede Provinciale di ALESSANDRIA Via Faà di Bruno 79 -15121 Alessandria Tel. 0131/25.10.91 - Cell. 333.29.94.285

Sede Zonale di CASALE MONFERRATO Via Mameli, 65 -15033 Casale Monferrato Tel. 0142/41.87.11 - Cell. 366.54.93.82

Sede Zonale di TORTONA Via Emilia 244 -15057 Tortona Tel. 0131/81.21.91 - Cell. 333.29.94.285

Sede Zonale di NOVI LIGURE Via P. Isola 54/56 -15067 Novi Ligure Tel. 0143/74.66.97 - Cell. 331.57.46.362

Segretariato Sociale di VALENZA c/o Comunità Parrocchiale Via Pellizari 1 -15048 Valenza Tel. 0131/94.34.04 – Cell. 392.70.51.519

Segretariato Sociale di ACQUI TERME Via Nizza 60/B - 15011 Acqui Terme Tel. 349.97.54.687
24/09/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Cristiano De Andr? apre il Festival contro 2018 a Castagnole Lanze
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Inaugurazione nuovo show-room Citro?n Grandi Auto
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Salice Terme domenica 2 settembre
L’originale Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" a Salice Terme domenica 2 settembre