Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Economia e Lavoro

Cambio al vertice per Fillea Cgil, Politi nuovo segretario

Massimo Cogliandro lascia il ruolo da segretario del sindacato degli edili dopo 8 anni, per andare nella segreteria organizzativa a Torino. Al suo posto eletto Rocco Politi. “Segnali di ripresa nel settore ma la strada è ancora lunga”
ALESSANDRIA – Le modifiche al codice degli appalti e i lavori del Terzo Valico sono le prossime sfide per il sindacato degli edili della Cgil che da ieri, ad Alessandria, ha un nuovo segretario, Rocco Politi (nella foto al centro). 46 anni di Novi, ha lavorato a lungo in una ditta di Tortona prima di entrare il Fillea.
Prende il posto di Massimo Cogliandro (nella foto a sinistra) che ha retto la segreteria per 8 anni. Andrà a Torino, nella segreteria organizzativa regionale. “Lascio un sindacato più forte – dice – una bella squadra”. Un solo “rimpianto”: “non essere riuscito a chiudere la vertenza Cementir, che ho seguito fin dall'inizio”. Il cementificio del gruppo Caltagirone, che ha uno stabilimento ad Arquata, aveva minacciato a fine estate una trentina di esuberi. “Abbiamo ottenuto l'impegno dell'azienda a ridurli drasticamente, ma occorre essere vigili”. Cociv si era impegnato ad assumere 150 lavoratori del territorio nella zona. Tra questi anche gli esuberi Cementir. “Abbiamo chiesto un incontro al commissario straordinario per capire chi sarà ora l'interlocutore, visto che la direzione lavori è passata ad Rfi. Anche sul commissariamento la decisione spetta al Governo”

Il comparto registra deboli segni di ripresa – dice Rocco Politi – ma la strada è ancora lunga”.
Intanto il 7 dicembre ci sarà un'altra giornata di sciopero nazionale, con manifestazione a Roma. I sindacati chiedono al governo di intervenire sul nuovo codice degli appalti. “La nuova legge ha degli aspetti positivi – dice il segretario nazionale Alessandro Genovese, che era presente al congresso alessandrino – ma servono correttivi che colmino i vuoti normativi”. Primo fra tutti le tutele per i lavoratori nel settore delle concessioni autostradali. Itinera, tanto per fare un esempio, ha annunciato 101 esuberi se la normativa non cambierà, togliendo il vincolo per i subappalti, che dovranno essere messi a gara.
“In tutta Europa nel campo delle manutenzioni non c'è tale vincolo. Le aziende ne approfittano per 'ristrutturare'. Se togliamo l'appiglio normativo verrebbe meno il pretesto per i licenziamenti”. In questo senso c'è già un accordo con il Mit, il ministero delle Infrastrutture, ma il governo non recepisce tale accordo, che dovrebbe essere trasformato in una legge correttiva.

C'è, poi, il capitolo Terzo Valico. “Con Gentile alla guida di Rfi le cose stanno cambiando – dice Genovese – Le inchieste di Roma e Genova hanno messo a nudo un sistema illegale. Chi ha sbagliato deve pagare, ma ci sono investimenti importanti sulle infrastrutturazioni, non lo possiamo dimenticare. Stiamo chiedendo che Rfi firmi in protocollo sugli appalti a livello nazionale, sarebbe importante”.
2/12/2016
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Taryn Donath Quartet apre la stagione del Macall? di Castelceriolo
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
Antonio Albanese il prossimo 13 dicembre 2018 al Palatenda Alegas con "Personaggi"
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
DIRTY DANCING FA SOGNARE LA PROVINCIA!! SOGNA INSIEME A NOI SABATO 8 DICEMBRE AD ALESSANDRIA
 Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film
Dirty Dancing- il musical, nella sua edizione speciale per i 30 anni dall'uscita del film