Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Valenza

Al via "Maschere" al Teatro Sociale

Lunedì 13 aprile l'ultimo modulo di teatro fisico: il tema di questo ciclo di lezioni è “la Maschera”. Le lezioni contengono anche un approccio iniziale all'acrobatica
VALENZA - Lunedì 13 aprile alle 20,30 incomincia l'ultimo modulo del laboratorio di Teatro Potenziale al Teatro Sociale. Oltre alle lezioni di acrobatica condotte da Elisa Rena e Mattia Gambarin, il tema di quest'ultimo ciclo di lezioni è La Maschera. "Nascondendo il volto si priva l'attore di quegli artifici che in genere ognuno di noi si costruisce. Recitare con la maschera significa far cadere tutte le maschere che ogni giorno indossiamo, significa andare oltre al quotidiano e mettersi direttamente in contatto con la parte più profonda e vera di noi stessi – dice Luca Zilovich, componente del corpo docente - La maschera distoglie l'attenzione dal viso di chi la indossa portando l'attenzione del pubblico sul corpo nella sua interezza e complessità, rivelando qualcosa di inaspettato e portando il movimento oltre l'aneddoto per elevarlo a poesia pura".

La scuola comprende un corso di teatro fisico per adulti, il lunedì sera dalle 20,30 alle 23,30 e uno per bambini, il lunedì e il giovedì dalle 17,30 alle 20,30. Il corso è un'esperienza formativa divisa in moduli tematici che esplora vari aspetti della formazione artistica e attoriale comprendendo la recitazione e l'acrobatica teatrale. I moduli sono un'occasione per esplorare i principi cardine della pratica teatrale del Teatro Fisico, una modalità teatrale che antepone l'espressione corporea a quella parlata e psicologica.

A complemento, le lezioni contengono anche un approccio iniziale all'acrobatica, che è lo studio dei principi base di ginnastica, quali la capriola, la ruota e la verticale, studio della caduta e applicazione pratica in scene teatrali. Il tutto seguendo i progressi individuali che dipendono dalla preparazione e dalla struttura fisica di ognuno.

Per quanto riguarda il corso adulti, ogni modulo contiene circa 6 incontri di 3 ore. Il costo è di 110 euro a modulo, a cui ci si può iscrivere anche indipendentemente. Il corso bambini comprende 14 lezioni di 2 ore. Il costo è 60 euro a modulo, a cui ci si può iscrivere anche indipendentemente.

"Teatro Potenziale è un'esperienza a spirale sul teatro fisico e la vita. Sembra supponente ma la porta che apre il corpo consente di accedere ad altri livelli emotivi e razionali. Certo, in altre parole, potremmo definirlo un (per)corso teatrale, però il fine non è quello di stare su un palcoscenico - anche se questo accade - ma di comprendere chi sei e che cosa vuoi dalla vita. So simple"  dice Yel Bosco, che ha ideato il progetto


Corpo docente: Luca Zilovich, Daniele Latella, Elisa Rena e Mattia Gambarin.
13/04/2015
Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus



Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: la ricaduta dell'economia del lavoretto sugli alessandrini
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Gig Economy: il metodo d'indagine sulla provincia di Alessandria
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli in concerto al Festival Contro 2018
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Biodigestore Carentino: il presidio contro il progetto durante la Conferenza dei Servizi
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Maurizio Vandelli a Castagnole Lanze per Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018
Cristiano De André canta De André al Festival Contro 2018